Tassativo : bambini vanno protetti

Essere al mare con Pietro è uno spasso! Adora stare in spiaggia a riempire il suo secchiellino di acqua e poi a versarla con il suo piccolo innaffiatoio. Fosse per lui starebbe sempre al sole, ma noi mamme sappiamo che non va affatto bene…lapelle dei bimbi va protetta e preservata.

La pelle dei bambini è morbida, delicata..e molto molto vulnerabile. Ecco alcuni suggerimenti da tenere presenti che ho trovato molto utili.

Applicare la crema solare generosamente sul corpo del bambino senza dimenticare nasino, orecchie e labbra. Bisogna farlo prima di andare in spiaggia : io per esempio lo faccio mentre cambio il pannolino e vesto Pietro..quindi circa una mezz’oretta prima dell’esposizione solare.

Va applicata circa ogni due ore, soprattutto se il bambino gioca in acqua e suda molto.

Stare sotto l’ombrellone non esenta dall’applicazione del protettore solare : i raggi filtrano comunque e la sabbia è un potente riflettente. Idem per la giornata nuvolosa : mettere comunque lo schermo solare, i raggi filtrano fino all’80%.

E gli orari li sapete : dalle 10 alle 14 i raggi solari sono più intensi e vanno tassativamente evitati.

mare-bambini-protetti

Pietro ed io andiamo in spiaggia al mattino presto, poi saliamo a casa verso le 11.30. Poi pappa, pisolino, merenda..e alle 17 siamo nuovamente sul bagnasciuga con secchiello ed innaffiatoino.. se venite all’Elba magari ci trovate!