Durante la giornata la pelle del viso è continuamente esposta ad agenti esterni aggressivi, inquinamento, freddo, raggi UV, stress ecc. che possono disidratarla, stressarla, farla apparire stanca, affaticata e darle un colorito asfittico tutt’altro che sano.

Nonostante questo, solo il 30% delle donne utilizza una buona crema notte al termine della sua routine di pulizia quotidiana. In realtà è fondamentale far agire dei cosmetici durante la notte in modo che essi possano restituire all’epidermide ciò che le è stato tolto durante il giorno. Restare sveglie fino a tardi dopo una giornata faticosa può senza alcun dubbio comportare la formazione di occhiaie, borse sotto agli occhi e rughe; tutto il corpo ha infatti necessità di beneficiare del beauty sleep perché è proprio durante le ore notturne che le cellule del nostro organismo si riattivano, si rigenerano e si ricaricano.

La pelle, in particolare, durante la notte inizia un lavoro di auto-riparazione della propria barriera protettiva, di reintegrazione dei liquidi perduti, svolgendo un’azione antiossidante fisiologica. Durante il riposo degli altri organi, l’ossigeno che circola nell’organismo viene maggiormente assorbito dalla cute; il sonno che avviene tra le 11 di sera e le 5 del mattino, inoltre, è quello fondamentale per il processo attuato dalla pelle, è durante questo arco temporale, infatti, che viene attivato l’ormone GH, detto anche “della crescita”, che ha il compito di auto-riparazione; è Intorno alle 3 di notte che si raggiunge il picco di auto-rigenerazione cellulare. Per favorire questi processi fisiologici dell’epidermide è quindi importante utilizzare la sera prodotti ricchi di acido ialuronico, ceramidi, antiossidanti, polifenoli e fitoestratti che aiutano a proteggere l’organismo dai radicali liberi.

Svegliarsi con un viso riposato e radioso è dunque possibile amplificando i benefici delle regolari ore di sonno, mai saltare quindi lo step serale nel quale si applica una crema o un siero. Le creme viso da notte in particolare agiscono non soltanto quando la pelle risulta meno stressata dagli agenti esterni, ma anche quando la cute ha necessità di uno sprint in più per essere protetta, profondamente idratata e rigenerata.

Le migliori creme notte del momento

La scelta della migliore crema notte per le proprie esigenze passa sempre per la previa osservazione del proprio tipo di pelle, la crema giusta deve infatti tener conto della natura mista, secca, grassa, sensibile o normale della cute. Oltre a questo, bisogna necessariamente tenere conto dell’età e dei ritmi di vita.

La crema notte di Vichy può essere un validissimo aiutante della rigenerazione cutanea durante le ore notturne. Già dai 30 anni è importantissimo iniziare la prevenzione contro i segni del tempo, cercando di mantenere la vitalità della pelle per far sì che resti giovane più a lungo. La formulazione della crema deve essere leggera per le pelli miste che in alcune zone si ingrassano particolarmente durante il giorno, riequilibrandone la produzione di sebo; al contrario, una pelle che tende ad essere secca e disidratata ha necessità di una texture più ricca, capace di reintegrare il livello lipidico che si è abbassato durante il giorno.

Non meno importante il livello di protezione garantito dalla crema scelta, durante il giorno, infatti la pelle subisce pesanti attacchi da parte dell’inquinamento e della luce blu emessa da pc e smartphone.  Dopo i 45 anni, la pelle mostra invece già i segni dell’invecchiamento cutaneo, rughe, discromie, cedimenti cutanei iniziano ad essere più evidenti, una buona crema notte ha in questo caso il compito di correggere e prevenire questi inestetismi; la formulazione di queste creme ridensificano quindi la pelle, rendendola più compatta, ne uniformano il colorito e riempiono i volumi del viso.