Ci sono espressioni che suscitano emozioni contrastanti, perché rappresentano momenti di vita intensi e svolte cruciali, come per esempio il corredino per neonato.

L’idea di mettere insieme tutto il necessario per accogliere nel miglior modo possibile un bambino è esaltante ma anche impegnativa, soprattutto se non abbiamo dimestichezza con body e tutine.

L’importante è di non lasciarsi travolgere da facili entusiasmi cominciando a comprare tutto quello di vagamente affine ai neonati che ci capita di vedere a partire dal test di gravidanza, altrimenti ci troveremo sepolti da montagne di capi e articoli di dubbia utilità. Nello stesso tempo cerchiamo anche di non farci prendere da paralizzanti ansie e paure, vietando a se stessi e a parenti e amici di fare acquisti relativi al nascituro prima del nostro ingresso in ospedale per il parto.

L’ideale è farci consigliare da qualcuno, che sia un’amica passata prima di noi da questa fase o un’esperta puericultrice di qualche corso pre-parto, in modo da raggiungere il sufficiente grado di consapevolezza di quanto sta per accadere e di serenità per affrontarlo.

Per aiutare nella scelta, in commercio sono disponibili corredini di base già in parte assemblati, che comprendono lenzuoline, berretti e i primi body e tutine.

Di solito pensati come idea regalo, possono comunque essere utili per rompere il ghiaccio e prendere ispirazione, oltre a facilitare la questione degli abbinamenti.

Un ottimo canale che può aiutare a semplificare gli acquisti è quello di internet, dove si possono trovare ottime proposte a prezzi molto competitivi, con il vantaggio di non dover affrontare troppi spostamenti da un negozio all’altro con pancione al seguito.

Possiamo in questo modo mettere insieme, comodamente da casa, il necessario per il nascituro, trovando i capi adatti alla stagione, tra body a manica lunga o corta, tutine in calda ciniglia o in leggero cotone e sgambati pagliaccetti. Il tutto con ampia scelta di tinte e fantasie, per assemblare un primo guardaroba completo ma anche allegro.

Da non dimenticare inoltre articoli come calzine o scarpette, berretti e maglioncini, da valutare sempre in funzione del clima, cercando comunque di prediligere tessuti naturali che non irritino la pelle delicata del neonato.

Anche lettino e carrozzina reclamano attenzioni, richiedendo qualche ricambio di lenzuola e copertine, oltre ad un morbido paracolpi; di tutto ciò possiamo trovare tante opzioni diverse fra colori e decorazioni con animaletti, cuori e fiorellini. Per arrivare preparati invece al fantomatico momento del bagnetto è importante avere a disposizione alcuni accappatoi adeguati, di solito senza braccia e dotati di cappuccio, in modo da agevolare l’asciugatura e riuscire ad avvolgere il neonato in maniera rapida e comoda.

Di grande utilità sono ovviamente i bavaglini, efficaci strumenti di difesa dei vestiti dei bambini e non solo: saranno infatti molto utili anche per le mamme, da appoggiare sulla spalla al momento del ruttino dopo il latte. In questo caso meglio abbondare con le quantità poiché il ricambio sarà necessariamente molto frequente.

Un ultimo articolo, di minore importanza pratica ma in certi casi estremamente desiderato, è la coccarda da appendere alla porta o al portone di casa per annunciare il lieto evento, che ci ricorda che tutto lo stress organizzativo in fondo è poca cosa in relazione alla gran gioia che il nuovo frugoletto porterà con sé.