Smascherare un bugiardo non è cosa semplice.. ma l’FBI ha messo a punto una tecnica infallibile a prova di bugia! Ve la racconto qui..

Una ricerca sulla vita di coppia ha messo in evidenza come la sincerità sia la cosa che si desidera e che ci si aspetta maggiormente dal partner.

Tuttavia, alzi la mano chi non ha raccontato qualche piccola bugia, nella storia della sua vita amorosa… e molti pensandoci bene, ne avranno anche raccontate di belle grosse.

Bugia non significa per forza “tradimento” ma la mancanza di chiarezza e trasparenza lascia comunque perplessa l’altra metà che si interroga (..e si tormenta) sul “per quale motivo non mi hai detto la verità?”

Le tecniche di riconoscimento del bugiardo sono alla base del lavoro dell’ FBI  e io, da appassionata di libri true crime e di biografie di profilers , ho letto diversi testi famosi e voci autorevoli nel campo.

Tutti sono concordi nel sottolineare come, in un soggetto che sta raccontando il vero, ci sia un totale allineamento verbale e non verbale.

Tra poco vi svelo la tecnica infallibile dell’FBI, intanto osserviamo questa importante prospettiva : i gesti sottolineano in modo inconscio le nostre emozioni, quindi leggete con attenzione quello che segue.

Tre cose da osservare per smascherare un bugiardo

1) Palmi delle mani

Per sottolineare la nostra onestà, teniamo spesso uno o entrambi i palmi rivolti verso l’interlocutore. Immaginatevi ad esempio mentre dite la frase :“Ti sto dicendo la verità”. Le vostre mani saranno coi palmi aperti, rivolti verso l’alto come a sottolineare la totale apertura ed onestà. E’ un gesto inconscio e naturale.

2) Contatto oculare

La psicologa Bella DePaulo, autrice di innumerevoli testi sull’argomento, ha messo in luce la tendenza tipica del bugiardo a evitare il contatto visivo nel momento in cui sta “elaborando” o si sta appigliando a possibili argomentazioni per giustificarsi o scagionarsi. Vero è che quando si è totalmente sinceri, il contatto visivo con l’interlocutore è ben saldo: non si teme di essere smascherati.

3) Arrossire e sudorazione

Chi dichiara il falso, cela sempre il timore di non essere creduto.. quindi inizia inevitabilmente a sudare per colpa dell’aumento della pressione sanguigna. Si tratta di un processo incontrollabile del nostro corpo, a meno che si tratti di un soggetto con grave sdoppiamento della personalità, perciò è facilmente intercettabile.

 

Detto questo, riconoscere un bugiardo è un lavoro da professionisti oltre ad essere una cosa seria e molto difficile. Volendola applicare alla nostra vita personale, citerò Paul Ekman psicologo statunitense pioniere nel riconoscere le emozioni dalle espressioni facciali.

Ekman sostiene che “quando si diventa amici, amanti o genitori, è come se si cadesse in uno stato di cecità e obnubilamento del pensiero”. Ciò significa che un perfetto estraneo riconosce meglio la menzogna rispetto ad una persona coinvolta sentimentalmente.

C’è comunque una tecnica ideata da Aldert Vrij, psicologo dell’Università di Portsmouth e pubblicata sul New Scientist qualche tempo fa che sembrerebbe infallibile.

Come smascherare un bugiardo:la tecnica infallibile dell’ FBI

La tecnica si basa sul principio che sia “impossibile rendere più nervoso chi mente, ma è semplice porre quelle domande a cui è più difficile rispondere se si sta mentendo”. L’idea sembra macchinosa, in pratica per smascherare un bugiardo basterà chiedergli di raccontare la medesima storia sospetta al contrario.

Voi stessi capite immediatamente che se la storia è inventata, sarà difficilissimo farlo! Invece se i fatti accaduti sono reali, il sospettato non avrà nessun problema a raccontare il tutto a ritroso.

Ricapitolando : se avete il sospetto che vostro marito non sia andato a calcetto con gli amici ma altrove.. fatevi raccontare la serata all’inverso per verificare la sua onestà.

Per le donne invece è diverso: gli esperti chiariscono che una donna che tenta di nascondere qualcosa, invece, evita se possibile di parlarne o chiacchiera di tutta una serie di questioni diverse, svolgendo nel contempo varie attività.

Per scoprire se mente, vi conviene andare al punto e metterla davanti ai vostri sospetti..facendo caso ai 3 punti che vi ho scritto sopra!