Non sempre ci addormentiamo subito:capita a tutte di girarsi e rigirarsi nel letto senza prendere sonno..che fare?

E’ proprio in quei momenti che ti torna in mente il detto “conta le pecore…così ti addormenti!”

Avete mai provato? Con voi ha funzionato?

Con la maggior parte delle persone, me compresa, non funziona.

Non lo dico così a caso, c’è chi ne ha fatto una ricerca ed uno studio.

Un gruppo di scienziati americani (che avevano davvero molto da fare, aggiungerei io!) hanno proprio deciso di approfondire i risvolti scientifici di questa leggenda tramandata di generazione in generazione ed hanno scoperto che tutta la faccenda del contare le pecorelle è una bufala!

 

sonno contare pecore

 

 

Sembrerebbe infatti che il contare pecore abbia un impatto troppo noioso e ripetitivo sul nostro cervello. Talmente noioso che il cervello stesso cerca di concentrarsi su altro mentre lo forziamo ad immaginare ed a contare soffici pecorelle bianche che saltano la staccionata … in questo modo non si rilassa affatto, anzi, si attiva!

Come fare allora? Con cosa sostituire le pecore?

Gli scienziati del sonno suggeriscono di concentrarsi su scene per noi rilassanti attinte dal nostro passato. A meno che non abbiate portato ovini al pascolo in montagna, per tutte sarà più semplice immaginare le onde delle serate estive che si infrangono sulla spiaggia o il ronzio delle api in campagna oppure il rumore del vento in alta montagna.

 

dormire prendere sonno

 

Se siete comunque affezionate agli animali da cortile, anche i campanacci delle mucche che dondolano in lontananza sono un’ottima sinfonia per addormentarsi.

Se nemmeno questo funziona, allora alzatevi. Inutile stare a rigirarvi nel letto : potrete solo peggiorare la situazione ed innervosirvi di più!

Alzatevi.

Bere qualcosa di caldo, leggere un libro, ascoltare della musica vi metterà nelle condizioni ottimali per ributtarvi tra le braccia di Orfeo.

Il non riuscire a dormire può anche dipendere da piccole cattive abitudini..leggete qui quali.