La valigia ideale esiste e ha le caratteristiche perfette per il nostro tipo di viaggio. Ecco come sceglierla e molto di più..

In vista della mia partenza per la California del prossimo Agosto, sono stata in uno store Roncato e ho scoperto delle dritte interessanti, pratiche e molto utili per la scelta e l’acquisto della valigia perfetta.

Se ci pensate ogni viaggiatore ha la sua valigia e le variabili sono tante: tratte corte o lunghe? Viaggi business? Valigia rigida o morbida? E un quesito su tutti: quale bagaglio a mano usare sulle linee aeree low-cost per non avere problemi?!

Qui trovate tutte le risposte in breve e molto di più…Partiamo dal bagaglio a mano.

I vantaggi del bagaglio a mano

Il bagaglio a mano presenta molti vantaggi:

-quello di avere tutte le nostre cose a portata di mano durante il viaggio.

-zero rischi smarrimento quindi maggiore tranquillità.

-risparmio di tempo: non dovremo aspettare la valigia al nastro trasportatore ma potremo lasciare direttamente l’aeroporto senza ulteriori attese.

Babaglio rigido : quale materiale scegliere?

Policarbonato:

è un materiale estremamente leggero e molto flessibile. Quest’ultima caratteristica è super importante: immaginate a quanti colpi viene sottoposta una valigia durante il trasporto e i trasferimenti! L’estrema flessibilità permette di ammortizzare gli urti e di ritornare esattamente come prima. Il policarbonato è un materiale molto leggero e può avere diverse finiture: lucido ma anche zigrinato e antigraffio.

Polipropilene:

è un materiale un po’ meno elastico e più strutturato rispetto al policarbonato. Il suo punto di forza sta nel proteggere e isolare il contenuto della valigia dagli sbalzi termici. Per questo è molto adatta alle lunghe tratte in cui i bagagli sono stivati per diverse ore.

Pesa poco di più del policarbonato e la grande scelta di colori ne fa una delle nuove tendenze in casa Roncato: monocromatica o bicolore è la valigia giovane per eccellenza!

Bagaglio a mano morbido o semi rigido:

Il bagaglio morbido è perfetto per chi ha bisogno di tante tasche esterne da riempire in modo da poter utilizzare al massimo tutto lo spazio disponibile. Realizzato in poliestere e nylon si adatta perfettamente ad essere riempito anche oltre la sua reale capacità. Il peso è più o meno in linea con quelli rigidi.

Bagaglio a mano rigido o morbido: quale scegliere?

Il bagaglio rigido offre sicuramente maggiore protezione al contenuto e aiuta a rimanere nelle misure richieste dalle compagnie aeree.

Il bagaglio morbido protegge meno dagli urti e il rischio è di sforare nelle misure. Le tasche esterne e l’estrema elasticità della capienza sono un rischio nel caso ci sia la necessità di rispettare delle misure standard. Se volate spesso con compagnie low-cost meglio puntare su un bagaglio rigido.

Quali sono le misure del bagaglio cabina?

Le misure massime per le compagnie low-cost tipo Ryanair e EasyJet sono

55 cm x 40 cm x 20 cm

Questa è la misura ideale che funziona su qualsiasi compagnia.

 

*Una nota a parte per l’Air France che richiede

55 cm x 35 cm x20 cm

Qualora dobbiate utilizzare spesso questa compagnia, vi conviene scegliere un bagaglio con misure appropriate.

Bagaglio da stiva alcune caratteristiche importanti

Ruote

Il bagaglio da stiva è normalmente quello più pesante, per questo è fondamentale la presenza delle 4 ruote con doppia ruota. Oltre alla maggiore stabilità, questo tipo di ruote ne facilitano il trasporto e i trasferimenti a mano rendendolo molto leggero e maneggevole.

Chiusura TSA

Da qualche anno i lucchetti tradizionali sono stati sostituiti dalla chiusura TSA che è tra l’altro obbligatoria per gli USA. Non c’è chiave ma soltanto una combinazione numerica. Qualora le dogane aeroportuali volessero effettuare un controllo, utilizzeranno un semplice passepartout senza rompere o danneggiare irrimediabilmente la valigia.

Zip doppia

La zip doppia è molto robusta ed è un ottimo sistema anti-intrusione.

Come pulire la valigia

Per pulire il bagaglio rigido sarà sufficiente utilizzare un panno e dell’acqua.Sono assolutamente da evitare saponi con agenti chimici che potrebbero erodere i materiali.

La fodera interna delle valigie Roncato è totalmente staccabile e si lava tranquillamente in lavatrice a 30°.

Infine….

Per riporre la valigia nell’armadio o nel ripostiglio in attesa del prossimo viaggio, Roncato ha ideato una cover ad hoc.

Il panno coprivaligia è una specie di T-Shirt elastica che aderisce perfettamente e protegge da polvere e sfregamenti (magari proprio con altre valigie!)…

Se poi viaggiate tanto per lavoro, vi segnalo la DBox :  una nuovissima box con la parte frontale estraibile che diventa uno zaino stra-organizzato internamente con tante tasche per contenere computer, cellulare, tablet e altri oggetti sia da lavoro che da viaggio.

 

Ora non mi resta che iniziare a pensare a cosa portarmi negli Stati Uniti e come riempire la mia valigia Roncato! Vi racconto tutto nei prossimi post! E se volete qui trovate la valigia e il mio viaggio dell’anno scorso…

 

Grazie ai ragazzi dello store Roncato di Via Durini 4 a Milano : affidatevi a loro o andate sul sito di Roncato per scoprire ancora di più!